José Mourinho e la Roma: un rapporto di crescita e entusiasmo

José Mourinho
José Mourinho

José Mourinho, il celebre tecnico portoghese, nonostante il ritardo della Roma sul calciomercato, non ha alcun rimpianto riguardo alla sua scelta di unirsi alla squadra giallorossa due anni fa. In un’intervista esclusiva al Corriere dello Sport, lo Special One si apre e racconta il suo rapporto con la società, il direttore sportivo Tiago Pinto e il suo entusiasmo per il progetto della Roma.

L’Entusiasmo per il Progetto della Roma

Quando Mourinho incontrò i Friedkin, la famiglia proprietaria della Roma, rimase colpito dal loro modo di parlare. Le parole che gli rivolsero lo toccarono nel profondo, e il tecnico portoghese sentì che era ciò di cui aveva bisogno. I Friedkin gli dissero chiaramente: “Pensiamo che tu sia la persona giusta per aiutarci a rendere la Roma un club più grande”. Questa prospettiva di un progetto diverso, basato su un contratto di tre anni e una crescita progressiva, affascinò Mourinho, il quale, in passato, non aveva mai preso in considerazione un’opportunità simile.

Momenti di Frustrazione e Crescita

Nonostante la frustrazione provata in alcuni momenti, Mourinho sapeva che la proprietà della Roma aveva la volontà di crescere e migliorarsi. Questo aspetto lo rassicurò sulla bontà della sua scelta. Inoltre, Mourinho ammette di aver vissuto un momento delicato dopo la finale persa in Europa League, ma non ha mai pensato di abbandonare la squadra. Ci furono contatti con l’Arabia Saudita, in particolare con le squadre Al-Hilal e Al-Ahli, ma Mourinho informò immediatamente la proprietà e confermò il suo impegno con la Roma.

Il Rapporto con il Direttore Sportivo Tiago Pinto

Mourinho ha anche parlato del suo rapporto con il direttore sportivo Tiago Pinto. Nonostante i ritardi nel calciomercato, Mourinho nega di essere in guerra aperta con la società e con Pinto. Al contrario, riconosce che la situazione è complicata, ma sa che tutti lavorano duramente per mettere in campo la miglior squadra possibile, specialmente contro la Salernitana.

La Scelta della Roma Rispetto all’Everton di Ancelotti

Mourinho riflette anche sulla scelta della Roma rispetto all’Everton di Ancelotti. Egli ritiene che il suo profilo, essendo un allenatore di successo con numerosi trofei all’attivo, non sarebbe stato facilmente attratto da progetti potenzialmente minori. La prospettiva di crescita e sviluppo della Roma lo ha convinto ad accettare questa sfida ambiziosa.

Conclusioni

In conclusione, il rapporto tra José Mourinho e la Roma è caratterizzato dall’entusiasmo per un progetto di crescita e sviluppo del club giallorosso. Mourinho si è sentito colpito dalle parole dei Friedkin e ha riconosciuto l’importanza di contribuire a rendere la Roma un club più grande. Nonostante i momenti di frustrazione e i contatti con altre squadre, Mourinho ha mantenuto la sua parola e ha dimostrato il suo impegno verso la squadra. Con un rapporto di fiducia con il direttore sportivo Tiago Pinto, Mourinho è determinato a guidare la Roma verso un futuro di successi e gloria nel calcio italiano e internazionale.

Total
0
Shares
Potrebbe interessarti
P