Calcio

Monopoli-Racing Fondi 1-0: la risolve Genchi come nell’andata

La risolve ancora lui, Beppe Genchi come nella gara di andata. Stavolta, è servito un tiro dal dischetto per ritrovare vittoria e un certo sorriso stampato sul volto dopo tante (troppe) amarezze del recentissimo passato. La nuova gestione Scienza, se non altro, ha portato un po’ più di fortuna “dobbiamo conquistare il tre punti, sia giocando bene, che giocando male” dichiarò il tecnico piemontese qualche giorno fa alla sua presentazione ufficiale. E così è stato. Primi 20-25’ del primo tempo di chiaro stampo biancoverde. Però, come spesso accade, se si sprecano le occasioni si rischia di impantanarsi e ripetere gli stessi errori del passato.

1’ tempo in sintesi: al 2’ di gioco, Sounas serviva Mavretic che, benché poco coordinato in due tempi impegnava l’estremo portiere ospite con un colpo di testa. Tre minuti dopo, Ricci, nell’inedito ruolo di play basso, serviva Donnarumma, ma con la palla che si perdeva tra le gambe dei difensori ospiti. Al 6’, rispondeva il Fondi con una conclusione debole di De Sousa; Bardini parava facilmente. Al 9’, un pimpante Mavretic concludeva verso lo specchio della porta, ma la sua conclusione veniva deviata in angolo. Sugli sviluppi dello stesso, Ferrara spediva alto di testa. Alla mezzora, una punizione di Sounas dai 30 metri circa non aveva nessun esito. Al 35’, Ricciardi calciava una punizione, una via di mezzo tra un tiro e un cross, usciva Bardini in presa alta. Al minuto 40’, si faceva vedere Corvia dopo un lungo torpore con una potente punizione dalla distanza, ma il tiro risultava centrare, per cui di facile lettura per il portiere di casa. Al 43’, un tiro “telefonato” di Sounas non procurava brividi ad Elezaj. Dopo due minuti di recupero terminava un primo tempo piuttosto vivace.

2’ tempo in sintesi: al terzo giro di lancette, Donnarumma dall’out di sinistra eludeva l’intervento del diretto difensore ed entrava in area servendo alla perfezione l’accorrente Sarao che, in scivolata mancava l’impatto con il cuoio per una questione di centimetri. Al 9’,  replicavano gli ospiti, i quali sugli sviluppi di un angolo calciato da Ricciardi trovavano Vastola ben smarcato quasi in area piccola, ma la sua conclusione di testa terminava alta. Al 10′ i padroni di casa cambiavano modulo spedendo in campo contemporaneamente Paolucci e Genchi, passando di fatto alle due punte avanzate effettive. Al 12’, ancora gabbiano in avanti con un assist di Donnarumma per Genchi, con sfera deviata in angolo. Al 14’, ancora Genchi, il quale si coordinava non benissimo, e col sinistro spediva la palla di poco fuori sulla sinistra del palo difeso dall’estremo pontino. La gara viveva diversi minuti stagnanti nella cui i laziali pressavano piuttosto alti gli avversari, limitandone le avanzate. Al minuto 27’, Sounas si produceva con una punizione dalla lunga distanza, con l’estremo difensore ospite che usciva in presa aerea. Al 28’, ancora il centrocampista ellenico che, con un tiro molto teso lambiva non di molto il 7 alla destra di Elezaj. Al 29’, ancora una punizione di Sounas dai 30 metri, ma la palla non trovava nessuna deviazione aerea. Al 37’, Paolucci si girava bene in piena area, ma la sua forte conclusione veniva letta alla perfezione dal portiere ospite che bloccava la sfera. Lo stesso Paolucci, al 39’ calciava una punizione tesa ma di non difficile lettura per il portiere. Al 41’, Corvia si produceva in un tiro insidiosissimo, con Bardini che con bravura deviava in corner. Al 43’ la svolta del match: un assist di Rota invitava Paolucci in area, il quale veniva ostacolato in maniera fallosa dal portiere dei laziale. Per l’arbitro non vi erano dubbi: calcio di rigore! Dal dischetto se ne incaricava Genchi che spiazzava Elezaj per il gol che valeva l’intero bottino; 1-0. I restanti minuti non erano utili agli avversari per tentare il tutto per tutto; anzi, era il Monopoli a gestire perfettamente la palla e rendesi anche pericoloso.

Il primo step dell’era Scienza è stato archiviato con successo. L’imminente nuovo anno solare può iniziare col migliore degli auspici. Prima di rimettere molte altre cose a posto non ci resta che concentrarci sui cotechini, sulle lenticchie e sullo spumante. Per il resto c’è tempo. Auguri! 

Tabellino

MONOPOLI-RACING FONDI 1-0 (pt 0-0) – Rete – 89’ Genchi (r)

MONOPOLI (3-4-2-1): Bardini; Ferrara, Bacchetti, Mercadante; Rota, Ricci (81’ Lobosco), Zampa, Donnarumma (91’ Longo); Sounas, Mavretic (55’ Genchi); Sarao (55’ Paolucci). All.: Scienza. A disposizione-non entrati: Bifulco, Convertini; Zibert, Lanzolla, Tafa, Cappiello, Russo, Di Cosola.

RACING FONDI (4-3-1-2): Elezaj; Galasso, Ghinassi, Vastola, Paparusso (90’ Matropietro); De Martino, Quaini (80’ Vasco), Ricciardi (69’ Pompei); Nolè (1’st Corticchia); Corvia, De Sousa (69’ Lazzari). All.: Mattei. A disposizione-non entrati: Cojocaru; Maldini, Pezone. De Leidi, Ciotola, Sakaj.

Arbitro: Gino Garofalo della CAN di Torre del Greco; assistenti, Giuliano Parrella di Battipaglia e Giuseppe Mansi di Nocera Inferiore. NOTE – Ammoniti: Zampa e Sounas (MO); De Martino, Ghinassi e Mastropietro (RF). Espulsi: nessuno. Angoli: 5-4. Recupero: 2’/4’. Giornata un po’ fredda (sugli 8° verso fine gara, nonostante il sole). Terreno di gioco non in perfettissime condizioni, per la presenza di strane zone spelacchiate qua e la, probabilmente a causa delle sporadiche precipitazioni nevose e/o dovute alla grandine registrare qualche settimana fa. Spettatori 1564, di cui 944 abbonati.

Commenti
To Top