Calcio

Serie C-girone C: rewind 4^ giornata di ritorno

Il ventitreesimo appuntamento stagionale si è aperto venerdì scorso con una siciliana in lotta per la promozione, e si chiuderà stasera con un’altrettanta formazione isolana impegnata anch’essa in una importante gara interna. Il Trapani, qualche giorno fa, ha inteso rifare la voce grossa e provare almeno a rosicchiare punti alla corregionale rossazzurra. La squadra allenata da Alessandro Calori ha avuto la meglio ed in rimonta sulla Juve Stabia (vespe battute sia nell’andata che nel ritorno, così come fu nella stagione in serie B 2013-14). Il Lecce espugna il non facile terreno del ‘Lorenzon’ di Rende – per i salentini è sufficiente un’inzuccata del centrale Cosenza. Nelle zone nobili della classifica, il Siracusa torna alla vittoria imponendo al legge della più forte sul Fondi (di Liotti, Parisi e Catania le firme aretusee). Il Matera impatta al ‘XXI Settembre/F. Salerno’ contro la Reggina. Mentre, il Cosenza esce dalla trasferta federiciana con un pareggio. La Fideis Andria s’illude dopo il vantaggio di Rada, ma poi subisce la rete dei calabresi che vanno a segno con Loviso. Ancora un pareggio, e sempre col medesimo score, quello andato in scena tra Monopoli e Sicula Leonzio. Isolani in vantaggio con Marano, e quasi immediato pareggio con un’abile colpo di testa di Sarao per gli adriatici. Il Catanzaro di mister Dionigi torna alla vittoria imponendosi sul Bisceglie. Infine, la Paganese malgrado le difficoltà societarie torna momentaneamente ad accennare il sorriso battendo una diretta concorrente per la salvezza. L’Akragas del dimissionario presidente Alessi, perde per la terza volta di seguito per effetto della rete siglata da Tascone. Il quadro degli impegni della 4^ giornata di ritorno si completerà stasera col posticipo Catania-Virtus Francavilla. Gli etnei non possono fallire, pena la fuga solitaria del Lecce.

DIAMO UN PO’ DI NUMERI

58, come il numero nel libro della Smorfia napoletana corrispondente all’ariete. Ariete in termini di abile a colpire di testa, come la punta biancoverde Sarao autore del pareggio interno.

38, come il dato relativo alle reti complessivamente subite in stagione dall’Akragas. La squadra della Valle dei Templi è quella avente la peggior difesa.

37, come le reti delle due squadre più prolifiche del girone, Lecce e Trapani, (in attesa del posticipo del Catania di stasera).

16, come le reti subite dal Trapani. Siciliani granata detengono la porta meno violata.

16, come anche il dato – provvisorio – dei goal siglati in questa specifica giornata di campionato.

14, come le vittorie inanellate in campionato dal capolista Lecce. Uno in più del Catania che deve comunque giocare stasera.

14, come anche le reti totali messe a segno in stagione dal fanalino di coda Akragas, squadra meno prolifica del raggruppamento.

11, come il record tutto federiciano dei pareggi ottenuti sin qui in campionato. Nessun’altra formazione ha fatto “meglio” della Fidelis Andria.

9, come le reti siglate dai tre capo-cannonieri del girone C, Curiale, Murano e Saraniti* (quest’ultimo è passato di recente dal Francavilla al Lecce).

7, come i punti guadagnati dal Monopoli nella gestione Beppe Scienza. Sette punti sul potenziale di nove è tutt’altro che un dato trascurabile, specie per come si erano messe le cose prima del suo arrivo in Puglia.

5, come il prezioso quinto gol messo a segno da Manuel Sarao del Monopoli.

3, come il minor numero di vittorie complessive. L’Akragas detiene il dato più scomodo del girone; una in meno di Paganese ed Andria.

1, come l’unica sconfitta in campionato del Lecce. L’unico stop dei giallorossi è un dato che non scalfisce minimamente mister Liverani. Infatti, il tecnico nativo di Roma, dal suo arrivo in Salento non ha mai perso.

Riepilogo risultati

Trapani-Juve Stabia 3-1 (giocata venerdì); Catanzaro-Bisceglie 1-0, Fidelis Andria-Cosenza 1-1, Matera-Reggina 1-1, Monopoli-Sicula Leonzio 1-1, Paganese-Akragas 1-0, Rende-Lecce 0-1, Siracusa-Racing Fondi 3-0; Catania-Virtus Francavilla (stasera alle ore 20:45). Ha riposato: Casertana.

La classifica

LECCE 49; CATANIA (*) 42; TRAPANI 40; SIRACUSA 35;  RENDE 34; COSENZA e MATERA 33; MONOPOLI e VIRTUS FRANCAVILLA (*) 30; JUVE STABIA 29; CATANZARO 28; BISCEGLIE 27; REGGINA 25; SICULA LEONZIO 23; FIDELIS ANDRIA e RACING FONDI 22; CASERTANA 21; PAGANESE 19; AKRAGAS 10. / Penalizzazioni: Akragas -3, Catanzaro, Fidelis Andria e Matera -1. (*) Catania e Virtus Francavilla una gara da disputare –                      

Speciale marcatori                                                                                                                                                             

9 reti: Curiale (CAT), Murano (TRA/1 rig), Saraniti (VFR*/1 rig); 8 reti: Caturano (LEC/1 rig), Genchi (MON/3 rig); 7 reti: Alfageme (CAS), Di Piazza (LEC); 6 reti: Bianchimano (REG), Catania (SIR/ 2 rig), Cesaretti (PAG), Giovinco (MAT/3 rig), Paponi (JST/1 rig), Reginaldo (TRA/1 rig), Scaringella (AND), Scarpa (PAG/3 rig). Altri marcatori/MONOPOLI: Sarao 5 reti; Mercadante e Paolucci* 3 reti; Sounas 2 reti; Bei e Scoppa 1 rete.

Prossima giornata (4 febbraio 2018)

Akragas-Casertana (ore 14:30), Lecce-Catanzaro (ore 14:30); Cosenza-Siracusa (ore 16:30), Fidelis Andria-Catania (ore 16:30), Juve Stabia-Paganese (ore 16:30), Reggina-Racing Fondi (ore 16:30), Sicula Leonzio-Bisceglie (ore 16:30), Virtus Francavilla-Rende (ore 16:30); Matera-Monopoli (ore 20:30). Riposa: Trapani.

Commenti
Web Hosting
To Top