Calcio

Matera-Monopoli 1-1: le pagelle

Il gabbiano sciupa la ghiotta occasione per tornare a vincere in una gara ufficiale in terra materana dopo 35 stagioni. Non vi riesce non certamente per demeriti, ma per un infortunio del proprio portiere, a qualche manciata di secondi dal termine. Tutti promossi i biancoverdi, tranne purtroppo Bardini. Avversari piuttosto contratti, più per meriti del Monopoli. Per pura curiosità, i goal del match sono stati messi a segno da giocatori i cui cartellini appartengono entrambi alla Ternana.

MONOPOLI:

Bardini 5 Un grave errore, purtroppo determinante. Goffo e fuori tempo (forse scivola?) non riesce ad allungare una palla all’apparenza semplice. Chi lo beffa, di testa, è il meno alto degli avversari, tale Tiscione che – tacchetti inclusi – arriverà si e no sui 166 cm di statura.

Ferrara 6.5 Sempre sul pezzo. L’attacco lucano non ha vita facile. Sempre più in crescita il difensore di S. Ferdinando.

Bacchetti 6.5 L’imperativo di limitare le avanzate avversarie alla vigilia sarebbe stata sufficiente a mettere in apprensione l’’intero reparto. Il centrale tiene a bada sia le giocate aeree, che quelle ad altezza d’uomo.

Mercadante 6.5 Una retroguardia attenta in blocco come raramente è capitato in stagione. Lascia il solo Donnarumma deputato alle avanzate sulla fascia, sganciandosi molto raramente. Buona prestazione.

Longo 6.5 Inserito lungo l’out di destra un po’ a sorpresa. La sua è stata una partita tutta sostanza. Sfiora anche il gol con un tiro dalla distanza che passa poco sopra la traversa, con Golubovic praticamente fuori causa.

Zampa 6 Deve ringhiare li nel mezzo; deve cercare di recuperare palloni. Ma, a volte un cartellino giallo ci può anche scappare.

Scoppa 6.5 Metronomo ritrovato quasi impeccabile. Di tanto in tanto temporeggia col pallone tra i piedi, ma questo anche per meglio leggere la posizione dei compagni di squadra.

Sounas 6 Primo tempo piuttosto in ombra. Si sveglia dal torpore verso la metà della ripresa. Utile per innescare  le ripartenze dei suoi nella frazione su citata.

Donnarumma 6.5 Non sempre precisissimo. Intanto scodella palloni in area in quantità industriale. Infaticabile.

Genchi 6 Coglie il montante nel primo tempo. Troppo lezioso in molti frangenti, quando preferisce portarsi (sempre) il pallone sul suo piede, quello mancino.

Sarao 6.5 Sembrava quasi che non fosse in campo, specie nel primo tempo. Ma, nella ripresa veste i panni dell’ispiratore in occasione del vantaggio. Sfiora il 2-1 poco prima del triplice fischio finale.

(62’ Salvemini 6.5 Un paio di conclusioni a rete, una delle quali letali su perfetto assist di Sarao che porta al vantaggio. Ottimo biglietto da visita per il neo arrivato).

(82’ Rota sv Prende le redini di un esausto Longo per l’ultima decina di minuti di gara).

(82’ Mavretic sv Ha il tempo anche per un buon tiro in porta, seppur telefonato).

(86’ Benassi sv Sostituisce negli ultimi minuti Mercadante).

Mister Scienza 6.5 Non serve stravolgere il sistema di gioco maggiormenete praticato. Il suo 3-5-2 o comunque un abbozzato 3-4-1-2 (abbozzato perché Sounas non incide più di tanto per quasi un’ora) avrebbe dovuto prevalere a centrocampo nella prima frazione di gioco. Il meglio di se “modulo-atteggiamento-intensità” vengono fuori nella ripresa, quando il gabbiano ha dominato la gara e, purtroppo, gettato una vittoria che sembrava strameritata per un’assurdità.

MATERA: Golubovic 6.5; Sernicola 5.5, De Franco 6, Gigli 5.5 (81’ Di Sabatino 6); Angelo 6, De Falco 5, Maimone 6 (69’ Di Livio 5.5), Casoli 5.5; Sartore 5 (1st Dugandzic 5.5), Giovinco 5 (1st Strambelli 5.5), Tiscione 6.5. Mister Cassia (Auteri squalificato) 5.5.

Commenti
Web Hosting
To Top