Calcio

Reggina-Monopoli 1-2: il gabbiano ottiene la sua prima storica al Granillo

I biancoverdi tornano alla vittoria in campionato dopo una condotta di gioco tutta votata alla grinta, coraggio e gran ritmo di gioco. Non è stato un match iniziato con i migliori auspici al ‘Granillo’ di Reggio Calabria, campo storicamente non del tutto favorevole al Monopoli nei precedenti storci. Prima d’oggi gabbiano mai vittorioso in gare ufficiali sul questo ostico terreno (prima d’ora, 4 pareggi su 5 gare disputate, e senza mai la soddisfazione di un acuto). Al vantaggio dei padroni di casa, subito con un po’ troppa leggerezza da parte della fase difensiva ospite, e per cui assolutamente poco meritato, faceva seguito una ripresa con molte più giocate offensive degli ospiti che, alla fine hanno dimostrato di aver ottenuto l’intera posta in palio sicuramente con merito.

Sintesi 1’ tempo

Al 3’, la Reggina si rendeva pericolosa con una punizione calciata da La Camera con palla che passava di poco distante dal palo sulla destra di Bardini. Al 10’, replicava il Monopoli con un cross di Donnarumma dall’out mancino; Gatti in piena area trovava la deviazione per spazzare l’offensiva. Al minuto 17’, attacco dei padroni di casa con Armano che trovava in area Bianchimano abile ad anticipare due difensori ribadendo a rete; 1-0. Tocca ora ai biancoverdi riorganizzarsi per riportare il match in equilibrio. Al 20’, Donnarumma crossava per cercare la posizione di Salvemini, l’estremo difensore di casa usciva in presa alta. Il Monopoli pur subendo in parte il pressing dei calabresi, alzava il baricentro. Al 34’, Genchi dai venticinque metri, in posizione piuttosto centrale, sferrava un gran fendente di sinistro superando il portiere reggino sulla sua sinistra con un tiro angolatissimo ed insieme bellissimo; 1-1. Il gol del pareggio galvanizzava gli ospiti tanto che, prima Sounas su punizione seppur senza seguito, e poi con lo stesso calciatore ellenico che un minuto più tardi innescava in area Genchi il quale stoppava di petto e girava col sinistro cogliendo il palo alla destra del portiere di casa. Prima del termine della prima frazione di gioco c’era il tempo per assistere a un’ammonizione all’indirizzo di Bianchimano a causa di un’evidente simulazione sulla trequarti. La prima frazione di gioco terminava dopo due minuti di recupero, con un pareggio piuttosto equo per quello che sin qui si era visto in campo.

Sintesi 2’ tempo

Al minuto numero 8, una punizione di Sounas non aveva alcun esito positivo. All’11’, i padroni di casa replicavano con La Camera che sugli sviluppi di un angolo innescava Gatti che in girata impegnava in maniera non molto pericolosa Bardini. Al 12’, il Monopoli scheggiava la traversa su un’abile girata di Salvemini, ma la posizione della punta risultava essere in offside. Al 20’, ancora gli ospiti in avanti con Donnarumma, il quale si produceva in un tiro-cross, con conseguente uscita di Cucchietti che smanacciava allontanando ugualmente il pericolo. Al 22’, Castiglia per i calabresi con conclusione dal limite dell’area, ma il cui tiro era piuttosto alto. Al 30’, Sounas serviva ottimamente Doudou Mangni, che con un bel tocco superava l’estremo difensore di casa; vantaggio biancoverde 1-2. Al 34’, Castiglia scodellava in area per l’accorrente Tulissi che di testa impegnava il portiere monopolitano che si distendeva sulla sua destra bloccando la sfera. Al 39’, ancora i padroni di casa protesi in attacco per provare a recuperare il risultato: un colpo di testa di Ferrani trovava però pronta la difesa monopolitana che spazzava l’area. Al 44’, mischia in area biancoverde sugli sviluppi di una punizione; Castiglia trovava però la deviazione della barriera. Al 49’, in un fulmineo contropiede ospite, Doudou Mangni provava a beffare Chucchietti dalla distanza, ma il suo pallonetto terminava di poco alto sopra la traversa. Dopo quattro minuti di recupero terminava il vibrato match. Il Monopoli espugnava l’Oreste Granillo. Impresa storica, visto che è la prima volta in gare ufficiali su questo terreno ostico. Il cammino verso i playoff può dirsi tutt’altro che improbabile. Qualcosa da rivedere per gli amaranto, pur apparsi una squadra attrezzata per centrare comodamente la salvezza senza passare dai playout.

Tabellino

REGGINA-MONOPOLI 1-2 (pt 1-1) – Reti: 17’ Bianchimano (R); 34’ Genchi (M); 76’ Mangni (M).

REGGINA (3-5-2): Cucchietti, Auriletto (78’ Sparacello), Ferrani, Gatti; Armeno, Marino (58’ Provenzano), La Camera, Castiglia, Hadziosmanovic (78’ Pasqualoni); Tulissi, Bianchimano (86’ Samb). All.: Agenore Maurizi. A disposizione-non entrati: Licastro, Turrin; Giuffrida, Arras, Bezzicchieri, Franchi, Condemi, Mezavilla.

MONOPOLI (3-4-1-2): Bardini; Bei, Bacchetti, Ferrara; Rota, Scoppa, Sounas, Donnarumma; Mavretic (60’ Longo); Genchi (70’ Mangni), Salvemini (59’ Sarao). All.: Giuseppe Scienza. A disposizione-non entrati: Lewandowski, Convertini; Mercadante, Benassi, Minucucci, Paolucci, Tafa, Russo, Eleuteri.

Arbitro: Gianpiero Miele della sezione di Nola; addizionali, Veronica Vettorel di Latina e Domenico Fontemurato di Roma 2.

NOTE – Ammoniti: Bianchimano, Cucchietti, Armeno, Tulissi (R); Genchi, Rota, Sounas (M). Espulsi: La Camera (R), Bacchetti (M) per reciproche scorrettezze al 72’. Angoli: 2-3. Recupero: 2’/4’. Giornata primaverile dal cielo poco nuvoloso. Terreno di gioco in discrete condizioni. Spettatori 4920, di cui 56 da Monopoli. Osservato un minuto di raccoglimento in memoria del capitano della Fiorentina Davide Astori.

Commenti
To Top