Monopoli, mister Scienza: “Mi aspetto dai miei ragazzi una gara di grande orgoglio”

Si va verso l’importante trasferta siciliana, non certamente con una condizione fisica del gruppo ideale – legata soprattutto alle condizioni fisiche, nonché a causa delle assenze per squalifica. Centrare il quinto posto nella griglia playoff sarebbe un vantaggio non di poco conto. Ma, per farlo sarà necessario mettere insieme punti negli ultimi due impegni della stagione regolare, rispettivamente contro la seconda e la prima in classifica in sequenza di calendario. Nella consueta conferenza stampa di Beppe Scienza, tenutasi nella tarda mattinata di venerdì, si è provato a tracciare un bilancio sulle defezioni più che certe, sulle possibilità concrete di centrare i playoff, e sul forte avversario che pare intenzionato a ipotecare la preziosa seconda posizione in classifica.

I ragazzi stanno bene. Delle ultime partite scorbutiche o ‘scorrette’ è già tutto dimenticato”. Esordisce così il tecnico valdossolese, che potrebbe avere in mente di adattare qualche pedina in posizioni differenti viste le diverse defezioni per la trasferta in quel di Trapani. Ed aggiunge: “In settimana abbiamo tirato le somme sulla conta degli infortuni. Qualche problema ce l’abbiamo. Abbiamo anche un paio di squalifiche. La squadra è un po’ stanca, ma non complessata per quello che è successo domenica scorsa. O nella precedente partita. – Sui forti avversari – A mio avviso, forse, il Trapani ha il miglior organico del girone, senza nulla togliere a Lecce e Catania. Quella granata è una squadra costruita per vincere, sarà dura. Nel reparto difensivo lamentiamo degli acciaccati (oltre a Ferrara squalificato, ndr) Benassi e Bei non stanno al meglio. Ma questi ultimi due dovrebbero essere convocati. Chiunque entrerà porterà alta la nostra bandiera. E’ un momento di difficoltà sotto questo aspetto. – Quale tipo di atteggiamento potrebbe essere quello più congeniale? – Mi aspetto dai ragazzi una prova di grande orgoglio e resistenza mentale. – Sulle possibilità di centrare i playoff, e sul futuro legato alle ambizioni personali – Ho il forte desiderio di festeggiare con i ragazzi l’ingresso ai playoff. Sul rinnovo, e discorsi personali vengono dopo. Dovrei adattare qualche giocatore in qualche posizione; dobbiamo lavorare molto con tutta la squadra. Bisogna sporcare molto il loro palleggio, non farli arrivare loro negli ultimi 20 metri vanno eliminati al massimo gli errori in costruzione. A livello di gioco sono convinto di fare una partita alla pari nonostante il gap tra noi e loro (legato anche alle assenze dei biancoverdi, ndr). Il Trapani è una squadra forte, anche sotto l’aspetto fisico”.

Commenti
Total
0
Shares
Articolo precedente

Il Podio, prosegue il momento no. A Montescaglioso per i play-off

Articolo successivo

Trapani-Monopoli: le probabili formazioni

Related Posts
P