Calcio

Per saperne di più sull’avversaria del Gabbiano, la Reggina di mr. Cevoli

Dimenticare le altalenanti precedenti due stagioni e, possibilmente, cercare di migliorare il cammino in quella attuale. E’ partita grossomodo con queste credenziali la nuova Reggina (nella foto di repertorio di Paolo Formica) del presidente Praticò, e del neo tecnico Roberto Cevoli – 50enne sammarinese, ma nativo di Rimini. Dopo i magri obiettivi conseguiti nel biennio targato Zeman junior, gli amaranto calabresi intendono invertire la rotta e puntare ai playoff. E’ la piazza a pretenderlo, forti di un curriculum che vanta 9 stagioni in massima serie, nonché 22 nella serie cadetta. Gli amaranto hanno 3 punti in classifica, frutto dell’unica vittoria conseguita il 22 settembre contro il Bisceglie. Il club dello “Stretto” partecipa per la 44.ma volta a un campionato di terzo livello nazionale, il terzo consecutivo in Serie C/Lega Pro. L’attuale rosa di prima squadra è tra le più giovani della serie C, avente un’età media pari a 22,7 anni. Rivoltata come un calzino dopo la campagna estiva di calciomercato, vanta 4 stranieri in squadra, oltre al nuovo trainer che ha la cittadinanza sammarinese pur essendo nato in Romagna (ex difensore di Torino, Modena, Cesena e la stessa Reggina negli anni ‘90 e ‘2000). Può dirsi alquanto soddisfatta la società per l’operato del tecnico Cevoli e del DS Massimo Taibi che hanno lavorato alacremente e con oculatezza durante la passata sessione di calciomercato.

Arrivi: i portieri, il ’98 Confente in prestito dal Chievo, il ’99 sloveno Vidovsek in prestito dall’Atalanta; i difensori, Diego Conson dalla Sambenedettese, il classe ’98 Ciavattini dalla Roma, Solini dalla Robur Siena, Alex Redolfi dall’Atalanta, il ’99 Curto in prestito dall’Empoli, il ’98 Pogliano in prestito dal Chievo, il terzino ’98 Seminara in prestito dall’Empoli, l’austro-serbo Zivkov dal Padova, l’italo-neozelandese Niko Kirwan dal Mestre; i centrocampisti, Salandria dal Matera, il ’97 Mattia Bonetto dall’Inter, l’ex Urban Zibert dalla Juve Stabia, il ’98 Franchini in prestito dal Sassuolo, Petrmann dal Palermo, il ’97 Gaetano Navas dall’Akragas, Ungaro dal Renate; gli offensivi, Salvatore Sandomenico dalla Juve Stabia, l’ala classe ’97 Tulissi in prestito dall’Atalanta, l’atro ‘97 Emmausso in prestito dal Genoa (lo scorso anno al Siena), Maritato dal Pontedera, Alessio Viola dalla Virtus Francavilla, oltre al ’98 Tassi in prestito dall’Ascoli.

Partenze: i difensori, Ferrani al Rimini, Danilo Pasqualoni al Pro Piacenza, Giuiluano Laezza alla Sicucla Leonzio, i centrocampisti, Giovanni La Camera al Seregno, l’italo-brasiliano Mezzavilla alla Juve Stabia, Danilo Amato alla Vis Artena, Provenzano alla Lucchese; gli offensivi, Jacopo Forunato al Pineto, Sergio Garufi al Matera, Jacopo Sciamanna alla Cavese, Sparacello alla Virtus Francavilla; oltre agli svincolati, Condemi, Mattia Licastro e Giuffrida.

Conferme (quasi nessuno): il portiere classe ‘2000 Morabito; il difensore classe ’99 Mastrippolito; il mediano ’98 Roberto Marino.

Ex della partita saranno, da una parte lo sloveno Zibert; Gatti, Gerardi e Maimone dall’altra; oltre a Beppe Scienza che come calciatore ha militato nella stagione 1990/91 in serie B. L’ultimo precedente sul terreno di casa dei reggini ha sorriso al Gabbiano che lo ha espugnato alla decina giornata di ritorno della scorsa stagione (11 marzo 2018, con reti di Genchi e Doudou Mangni, con un 1-2 in rimonta). Si giocherà domenica 30 settembre – ore 14:30 – sul neutro del ‘Luigi Razza’ di Vibo Valentia. Il Granillo di Reggio Calabria è stato interdetto in seguito al parere negativo espresso dalla Commissione di Vigilanza. L’ultimo schieramento (4-3-3), in occasione della vittoria degli amaranto sul Bisceglie: Confente; Kirwan, Conson, Solini, Mastrippolito; Salandria (65′ Marino), Petermann (80′ Redolfi), Franchini (76′ Ungaro); Tulissi, Maritato (80′ Emmausso), Sandomenico (65′ Zibert).

Commenti
Web Hosting
To Top