Calcio

Monopoli-Catanzaro 0-0: cronaca e tabellino

Partono col piglio giusto i padroni di casa che, nel corso della prima frazione di gioco sono andati sicuramente più vicini al gol rispetto agli ospiti. Il Catanzaro parte guardingo, con l’intenzione di far sfogare gli avversari e proporsi in contropiede, convinti del fatto di avere più freschezza nelle gambe. Infatti, nella ripresa, la stanchezza ha offuscato molto più le intenzioni del Gabbiano, pur non rinunciando ad attaccare, ma mostrando di tanto in tanto il fianco rischiando di capitolare in qualche (seppur rara) occasione. Ha fatto seguito una seconda frazione di gioco assolutamente equilibrata, senza grandi sussulti.

Sintesi 1’ tempo – Al 3’, la prima occasione per il Monopoli capitava sui piedi di Mangni, la punta romana si rendeva pericolosa con un tiro che terminava di pochissimo sulla sinistra del palo difeso dal portiere Elezaj. Al 13’, punizione battuta da Scoppa dai 20 metri, ma Paolucci non riusciva a districarsi in area. Ancora Monopoli al minuto 18, ancora con Mangni che entrava in area, ma il cui tiro veniva ribattuto da Figliomeni. Catanzaro piuttosto timido, incapace di affacciarsi con efficacia in avanti. Al 21’, il Monopoli sfiorava il gol con Gerardi servito da Rota dalla destra: la palla sibilava di pochissimo dal palo sulla destra dell’estremo difensore ospite. Al 29’, punizione in favore del Catanzaro calciata da Di Risio con sfera direttamente fuori. Alla mezzora, il vero primo squillo degli ospiti con un tiro di prima intenzione di Giannone decentrato dalla distanza ma fuori misura. Dopo una netta supremazia dei padroni di casa continuavano a proporsi in avanti gli ospiti. Al 35’, ancora Catanzaro sempre con De Risio il cui tiro dai 25 metri terminava fuori. Al 36’, Scoppa serviva Paolucci che ribadiva in rete, ma la sua era purtroppo una posizione giudicata in fuorigioco. Poco dopo, punizione calciata da Giannone nei pressi della lunetta dell’area che col sinistro spediva la palla alta di non molto. Al minuto numero 46, traversone di Donnarumma che in piena area provava a servire Gerardi, apparentemente anticipato da un difensore calabrese, il cui presunto tocco non veniva ravvisato dall’arbitro non che non accordava il calcio d’angolo. Dopo 120 secondi scarsi di recupero terminava la prima frazione di gioco.

Sintesi 2’ tempo – Al 5’, Donnarumma crossava in piena area ma nessun compagno riusciva a raggiungere la sfera che termina fuori. Un minuto dopo Scoppa batteva un angolo che giungeva in area, dove Gerardi di testa impegnava seriamente l’estremo difensore ospite che riusciva  a deviare. Al minuto 9, Mangni in piena area in mezzo a una selva di gambe riusciva a concludere verso porta ma alzando un po’ troppo la mira, la palla terminava alta. Tra l’11’ e il 12’ arrivavano i primi cambi da una e dall’altra parte: i rispettivi moduli rimanevano assolutamente invariati. Al 20’, ancora un cambio per il Monopoli, usciva Gerardi, al suo posto Mendicino. Alla mezzora, sempre più squadre lunghe ed evidente fatica che ormai si faceva sentire, specie per i padroni di casa alla loro terza partita in 8 giorni. Al 35’, Mendicino involatosi in area in un’azione personale si faceva anticipare da un difensore che ribadiva la palla in corner. Sugli sviluppi dell’angolo battuto da Scoppa un difensore catanzarese deviava nuovamente in angolo. Al 37’, Ferrara concludeva alto con un colpo di testa. Minuto 43, rispondevano gli ospiti con Maita che, dalla fascia laterale mancina faceva partire un assist in area per D’Urso, il quale tutto solo alzava la mira con un maldestro colpo di testa. Al 44’, Mangni dalla destra, tiro a campanile a scavalcare tutta l’area ospite dove raggiungeva Mendicino sul lato opposto che di testa cercava la sponda ma la cui sfera non raggiungeva nessun compagno. Al 46’, il solito Maita si produceva con un tiro-cross basso dalla sinistra, il portiere di casa in uscita bloccava in presa sicura. Venivano assegnati 3 minuti di recupero ma un infortunio per fortuna lieve occorso a Fabris faceva trascorrere un po’ tutti i residui minuti rimanenti. Finiva la gara sul risultato iniziale. Martedì prossimo, i biancoverdi torneranno in campo sempre sul rettangolo verde del ‘Veneziani’ per il derby valido per i sedicesimi di Coppa Italia contro la Virtus Francavilla. Spazio alle seconde linee.

Tabellino

MONOPOI-CATANZARO 0-0

MONOPOLI (3-5-2): Pissardo 6; Ferrara 6, De Franco 6, Mercadante 6; Rota 6 (77’ Bei ng), Scoppa 6, Zampa 6 (56’ Fabris 5.5), Paolucci 5.5 (56’ Maimone 5.5), Donnarumma 6; Gerardi 5.5 (65’ Mendicino 5.5), Mangni 6.5. All.: Beppe Scienza 6. A disposizione-non entrati: Saloni; Gatti, Pierfederici, Mavretic, Mangione.

CATANZARO (3-4-3): Elezaj 6; Celiento 5.5, Figliomeni 6, Signorini 6 (57’ Nicoletti 5.5); Statella 5.5 (82’ Repossi ng), Maita 6.5, De Risio 6, Favalli 6; Kanoute 6 (71’ Iuliano ng), Fischnaller 5.5 (57’ Ciccone 5.5), Giannone 6 (57’ D’Ursi 6). All.: Gaetano Auteri 6. A disposizione-non entrati: Mittica; Eklu, Nikolopulos, Posocco.

Arbitro: Francesco Meraviglia della sezione di Pistoia; assistenti, Thomas Ruggieri di Pescara e Giulio Basile di Chieti.

NOTE- Ammoniti: Rota (M); Favalli, Iuliano (C). Espulsi: nessuno. Angoli: 5-0. Recupero: 2’/3’+1. Pomeriggio dal cielo poco nuvoloso, ventilato e molto mite contrariamente al calendario. Terreno in discrete condizioni. Spettatori totali 1517, di cui 887 abbonati – nel settore ospiti 55 supporter catanzaresi.

Commenti
Web Hosting
To Top