Calcio

Monopoli-Trapani: Scienza “Non mi ha sorpreso la partenza sprint dei granata”

Quella contro il Trapani di domani è sicuramente la prima prova di maturità per il Gabbiano. La squadra siciliana, attuale capo-classifica solitaria a punteggio pieno, è sicuramente una tra le maggiori candidate alla promozione. Dopo un’estate inizialmente incerta, che ha fatto addirittura pensare che il patron Morace potesse disinteressarsi, ha rilanciato le proprie quotazioni, intenzionata a sfidare direttamente l’altra corazzata corregionale, il Catania. Intanto, per analizzare l’impegno interno dei biancoverdi, mister Beppe Scienza in conferenza stampa ha risposto alle domande dei giornalisti, focalizzando i principali aspetti, oltre al momento dei ragazzi. “Non sarà facile. Ci saranno delle incognite”. Esordisce in questo modo il tecnico piemontese. “Tutte le formazioni andranno inevitabilmente incontro ad acciacchi – visto il tour de force a cui tutte le compagini sono state chiamate e sono chiamate con impegni ravvicinati. Vanno gestite bene le rotazioni”. Nello specifico sull’attuale capolista del girone. “Incontriamo il Trapani, per cui non possiamo fare troppi calcoli. Affrontiamo questa corazzata (chi fa 4 vittorie su 4 partite è da rispettare). Siamo chiamati a una grande prestazione contro una squadra forte, cercando di concedere meno possesso palla possibile”. Sulle condizioni di Scoppa e Sounas. “Scoppa non è ancora al 100%. Con loro due abbiamo la possibilità di giocare diversamente, ma dobbiamo crescere ancora sotto alcuni punti di vista”. Ancora alcune considerazioni sulla squadra allenata da mister Italiano. “Mi aspetto un avversario imponente. Hanno giocatori dinamici: in attacco sanno essere devastanti; mentre dietro hanno dei centimetri. Una squadra che gioca bene e che sta meritando di essere in testa. L’impressione che ho avuto, è quella che ha quasi sempre vinto le partite senza però dominarle; spando soffrire e sapendo essere provinciale al momento giusto”. Sul tipo di approccio da tenere. “A partita in corso ho delle armi fantastiche da giocare. E’ necessario però che, quei tre attaccanti di peso, pur fortissimi, crescano di prestazione, condizione ed atteggiamento; durante la partita ho tanta fiducia in loro”. Sulla formazione da schierare – “Ci penso sempre la sera prima del match, che per me è una sera di meditazione. La formazione ce l’ho in mente. C’è da indovinare se potrà essere una formazione più agile o più di peso – per questo resta da capire se dovesse continuare a piovere o meno. Potremmo ripiegare con un 4-3-3 se andiamo in emergenza”. Sulla partenza sprint del Trapani “Catania, Trapani e Juve Stabia erano le squadre che mi aspettavo sin dal primo momento; sicuramente le più scomode. Juve Stabia e Trapani lo stanno dimostrando; il Catania ha appena iniziato il campionato. La campagna acquisti del Trapani è di alto livello. Ha 12 punti, è significa che sta lavorando bene. Non sono sorpreso per la partenza sprint di Trapani e Juve Stabia. Sono squadre fortissime”.

Commenti
Web Hosting
To Top