Connect with us

Calcio / Serie C

Le pagelle di Monopoli-Paganese

Altra giornata storta per la truppa allenata da Beppe Scienza. Pochissime sufficienze tra i biancoverdi (per l’occasione in completo nero). Nessuna insufficienza per gli avversari.  

MONOPOLI:

Antonino 5.5 Sfortunato in occasione del gol. Il rimpallo lo punisce oltre misura.

Ferrara 4.5 Giornataccia per il difensore sanferdinandese. Tra gli altri l’errore determinante, quando nella ripresa gli sfugge Diop che poi innesca Calil per il match-point (dall’81’ Cuppone ng).

De Franco 6 Tra i pochi a meritarsi la pagnotta, in un contesto di assoluta normalità.

Maestrelli 6 Rientrava da quasi tre mesi. Nelle sue intenzioni quello di voler per forza dimostrare. Ottimo recupero in prospettiva.

Triarico 5.5 Non al top della forma dopo l’infortunio muscolare patito a dicembre. Riesce a scodellare troppi pochi palloni nel mezzo (dal 58’ Donnarumma 6 Buona prova dell’incursore di Gragnano. La sua condizione cresce al punto tale che lo rivedremmo in un minutaggio più ampio.

Carriero 5.5 Resta sempre e comunque il lottatore di sempre. Purtroppo il grigiore collettivo finisce per condizionarlo.

Giorno 5.5 Prova a dettare i ritmi, ma solo poche volte sa rendersi prezioso (dall’81’ Tuttisanti ng).

Piccinni 5.5 Non era facile destreggiarsi in un centrocampo in cui un po’ tutto girava dalla parte degli avversari. Non pecca per intensità.

Hadziosmanovic 6 Una prova senza lode e senza infamia. Dai suoi piedi una delle rare conclusioni a rete degne di nota (dal 58’ Tazzer 5.5 Doveva vivacizzare la corsia laterale, ma non ha inciso come nelle attese).

Jefferson 5 Non ha ritrovato ancora il ritmo partita utile per lasciare il segno. Ha bisogno, forse, di tempo (dal 62’ Salvemini 6 Ha sfiorato il pareggio, e si è reso pericoloso in almeno un paio di occasioni).  

Fella 6 Sembra che predichi nel deserto. Non sempre servito al meglio. Il gol è solo rimandato.

Mister Scienza 5.5 Rimasto all’asciutto con uno poco edificante 5 su 5 contro le squadre campane, deve provare a rilanciare i suoi nella tana di due calabresi altrettanto temibili. Quella attuale non è una vera e propria crisi tecnica. Ma, l’attuale situazione semi-stagnante potrebbe aprire la strada a una svolta tattica da dentro o fuori. Ha subito oltremodo il pressing alto avversario, un po’ come contro l’Avellino. Conoscendo il mister, con la calma e il sangue freddo presto si troveranno i rimedi giusti.

PAGANESE: Baiocco 6; Stendardo 6, Panariello 6, Sbampato 6; Caccetta 6, Capece 6.5, Mattia 6, Perri 6, Gaeta 6.5; Musso 6 (66’ Calil 6), Diop 6.5. Mister Erra 6.5 Non sono necessarie tavole pitagoriche o formule chimiche. Per imbrigliare il Gabbiano è stato sufficiente un pressing sistematico e il giusto ritmo partita. Gli stellati non hanno fatto una gara mostruosamente bella. Hanno però messo in campo l’atteggiamento più redditizio su uno dei terreni di gioco tra i più difficili. Un paio di contropiedi efficaci, uniti alla giornata storta di qualche difensore avversario, ed ecco che il colpaccio è servito su un piatto d’argento.   

Arbitro Di Graci di Como 5 Non se la sente di fischiare un presunto rigore (tocco galeotto con un braccio di Stendardo?) oltre a una scivolata in area di Perri a gambe unite su Triarico. Per il resto ha condotto una gara non particolarmente cattiva. I sei cartellini gialli sventolati in tutto (quattro ai monopolitani) sono frutto soprattutto del nervosismo.

Commenti

Ultime News

More in Calcio / Serie C