Connect with us

Calcio / Serie C

Monopoli-Paganese 0-1

Il Monopoli apre il nuovo anno solare nello stesso modo in cui aveva chiuso quello scorso: con una sconfitta e per giunta ancora una volta per mano di squadra della Campania. La pausa natalizia non porta nulla di buono, e i biancoverdi allenati da Scienza (per l’occasione in completo nero), fanno palesare difficoltà del tutto occulte nella gran parte del girone di ritorno.

La cronaca:

All’11’ un cross scodellato da Mattia veniva intercettato dalla testa di Maestrelli che sventava l’offensiva degli ospiti. Pochi giri di lancette in la, uno scambio Carriero-Jefferson con tiro debole del brasiliano non era utile nemmeno a scaldare le mani dell’infreddolito Baiocco. Un minuto dopo era Giorno ad alzare un po’ troppo la mira; nulla di fatto. Alla Paganese riusciva meglio il fraseggio, come quando al 22’ si produceva dopo un breve scambio Gaeta-Musso con la giovane punta che impegnava di testa l’estremo difensore di casa. Poco dopo la mezzora, Giorno scodellava una punizione in area per la testa di Ferrara, ma risultava debole e di facile lettura per il portiere campano. Gli stellati si rendevano pericolosi al 36’ con una conclusione di testa di Diop su assist di Perri, ma la sfera terminava out. Il Gabbiano rispondeva al 43’ con un gran tiro di Hadziosmanovic, il portiere ospite ribatteva; riprendeva la sfera che in posizione diagonale concludeva in maniera con il portiere Baiocco che bloccava senza difficoltà. Allo scadere della frazione, un tiro di Diop terminava a lato non di molto dal palo difeso da Antonino.

Ad inizio ripresa ancora ospiti in avanti con una conclusione pericolosa di Musso deviata dal portiere di casa. Al minuto 9′, Triarico veniva affrontato da Perri che in scivolata a gambe unite interveniva con un azione ai limiti delle norme; l’arbitro faceva proseguire. Ancora Triarico pochi minuti dopo, quando si produceva in un cross, ma la sfera era bloccata dall’estremo paganese. Al 28’, l’azione che alla fine risulterà decisiva in termini di risultato: Diop eludeva la guardia di Ferrara l’ungo l’out di sinistra, faceva partire un preciso assist in profondità per Calil che ribadiva in rete; la palla carambolava sul corpo di Antonino ma la successiva ribattuta premiava la punta ospite che portava in vantaggio i suoi. Il Monopoli rispondeva al 35’ con una conclusione di Salvemini di testa, ma il portiere ospite si superava sventando in corner. Tre minuti più tardi, un tiro-cross di Donnarumma veniva sventato da Baiocco portiere con un’efficace uscita in presa alta. I padroni di casa aumentavano i giri per il forcing finale: al 42’, grande conclusione di Donnarumma con palla di pochissimo alta sopra la traversa.

Al minuto 47, un sospetto tocco di braccio di Stendardo su traversone ancora di Donnarumma faceva gridare al rigore. Il presunto tocco non era però ravvisato dall’arbitro. Sessanta secondi dopo, assist di Donnarumma per Cuppone che di testa spediva di pochissimo fuori sulla sinistra di Baiocco. Termina essenzialmente qua l’assolto all’arma bianca del Gabbiano. Dopo sei minuti di recupero il triplice fischio del sig. Di Graci di Como si confondeva con quello di un altro migliaio sugli spalti, a sottolineare la prova incolore di una squadra alquanto irriconoscibile. Paganese ordinata ed essenziale. La vittoria è apparsa piuttosto meritata.

Tabellino

MONOPOLI-PAGANESE 0-1 (pt 0-0) – Rete: 73’ Calil

MONOPOLI (3-5-2): Antonino; Ferrara (81’ Cuppone), De Franco, Maestrelli; Triarico (58’ Donnarumma), Carriero, Giorno (81’ Tuttisanti), Piccinni, Hadziosmanovic (58’ Tazzer); Jefferson (62’ Salvemini), Fella. All.: Scienza. A disp.: Milli, Menegatti; Mercadante, Pecorini, Antonacci, Mariano, Nina.

PAGANESE (3-5-2): Baiocco; Stendardo, Panariello, Sbampato; Caccetta, Capece, Mattia, Perri, Gaeta; Musso (66’ Calil), Diop. All.: Erra. A disp.: Bovenzi, Scevola; Dramè, Bramati, Alberti, Scarpa, Carotenuto, Bonavolontà, Acampora.

Arbitro: Alessandro Di Graci della sezione di Como; assistenti: Nicola Mariottini di Arezzo e Salvatore Emilio Buonocore di Marsala.

NOTE – Ammoniti: Piccinni, Giorno, Ferrara, Maestrelli (M); Musso, Panariello (P). Espulsi: -. Angoli: 6-5. Recupero: 0’/6’. Giornata fredda dal cielo molto nuvoloso e con pioviggine ad intermittenza. Terreno di gioco in condizioni apprezzabili. Spettatori 2098 (1050 abbonati) – presenti 92 tifosi ospiti. Sugli spalti alcuni striscioni in memoria dell’ex atleta pezzese Giovanni Custodero (per tutti il guerriero), scomparso in mattinata a causa di un male incurabile. L’Avv. Alessandro Laricchia ha consegnato una targa commemorativa alla Dott.ssa Vanna Rossani in merito alla recente iniziativa congiunta con l’Amopuglia.

Commenti

Ultime News

More in Calcio / Serie C