Resta connesso con noi!

Calcio / Serie C

Le pagelle di Catania-Monopoli 0-2

Passiamo in rassegna i protagonisti della vittoria storica del ‘Massimino’. Biancoverdi un po’ tutti ben oltre la sufficienza. A Carriero e a mister Scienza i voti più alti, casualmente due ex rossazzurri. Catania un po’ deludente dopo un avvio promettente. Squadra da rifondare.

MONOPOLI:

Antonino 6.5 Passa, tutto sommato, un pomeriggio abbastanza tranquillo. Sempre attento quando è chiamato all’opera.

Rota 6.5 Sempre sul pezzo, in un contesto in cui preferisce non sganciarsi dalla posizione difensiva. Meno appariscente del solito, ma molto concreto nelle retrovie.  

De Franco 7 Capitano anche con licenza di attaccare. Vicinissimo all’acuto personale nella ripresa, quando da l’illusione ottica del gol con un tiro dei suoi.

Maestrelli 7 Ha giganteggiato in un terreno ostico in cui nessuna altra avversaria ha saputo battere gli etnei (dal 79’ Nanni 6 Ultimo quarto d’ora abbondante per il sammarinese. Pericoloso già dopo il suo immediato ingresso).  

Tazzer 7 Entra nell’azione che poi porta al tap-in di Fella nella rete del vantaggio. Più concretezza che ripartenze folli, ma efficacissimo (dal 69’ Hadziosmanovic 6 Entra per far rifiatare il suo compagno di squadra. Dinamico quanto basta – ma era più importante tenere a bada le ultime scorribande rossazzurre esterne).

Carriero 7.5 Gli è mancato solo il gol, l’acuto dell’ex ammirato all’andata. A Catania hanno motivi per rimpiangerlo. Partita impeccabile.

Giorno 7 Elegante e propositivo. Ha finito per sprecare molto carburante, tanto da arrivare a benedire il cambio (dal 69’ Tsonev 6 Esordio positivo con la casacca del Gabbiano per il centrocampista bulgaro).

Piccinni 7 Gran faticatore. Il suo ruolo è quello di fare legna macinando tanti chilometri. Centrocampista moderno con la grinta di quelli di una volta.

Donnarumma 7 Sgroppate e piroette in quantità industriali. Non sempre precisissimo, ma intanto timbra il suo secondo centro stagionale seppur con la complicità di Furlan (dal 86’ Pecorini ng).

Fella 7 Gol di rapina, il suo quattordicesimo stagionale, oltre a una serie di giocate degne di attaccante di categoria superiore.

Jefferson 6.5 Con le polveri bagnate, ma solo perché non gli riesce tornare al gol. Utilissimo nella manovra. Scocca la scintilla in occasione del vantaggio (dal 79’ Mercadante ng).

Mister Scienza 7.5 Non sappiamo quali pensierini stiano balenando all’ombra del vulcano. Staranno sognando, forse, il tecnico piemontese seduto sulla loro panchina? L’ex di turno più atteso riesce a regalare la prima vittoria assoluta del Gabbiano su un terreno pressoché inespugnabile. Non fa una piega (per l’ennesima volta) vedere come il suo omologo schieri il proprio undici in base all’avversario. Beppe da Domodossola consolida il 3-5-2, mentre tocca agli altri prendere precauzioni per non soccombere. Il pressing alto e sistematico funziona, ed è un piacere vedere i suoi all’opera.   

CATANIA: Furlan 6.5; Mbende 5.5, Esposito 5.5, Silvestri 6; Biondi 5.5 (56’ Capanni 6), Salandria 5.5, Biagianti 5.5 (56’ Vicente 5.5), Pinto 6; Curcio 5.5 (83’ Rossitto ng); Barisic 5 (77’ Manneh 5.5), Di Molfetta 5.5 (56’ Mazzarani 5.5). Mister Lucarelli 5.5 Una grossa patata bollente allenare il Catania, specie quando si passa da un programma tardo estivo all’arrembaggio, e un gennaio per abbattere il monte ingaggi.

Arbitro Matteo Marcenaro di Genova 6.5 Partita solo all’apparenza semplice. Dopo un avvio un po’ stentato, ha  saputo tenere piuttosto a bada alcuni atteggiamenti dettati dalla frenesia e dal nervosismo.

Commenti

Ultime News

Altre in Calcio / Serie C