Connect with us

Calcio / Serie C

Teramo-Monopoli: intervista esclusiva al doppio ex Antonio Croce

Centosedici gol in carriera in 15 anni, molti campionati di terzo e quarto livello nazionale, ‘svezzato’ nelle giovanili dell’Inter. Antonio Croce, 33 anni nativo di Foggia, è un calciatore tra quelli che non hanno bisogno di presentazioni. Sono i numeri a parlare per lui. In qualità di doppio ex di Monopoli e Teramo, ripercorriamo in sua compagnia l’apice della sua carriera e le esperienze vissute in Puglia e in Abruzzo.

Non c’è che dire: il calcio è davvero strano. Strano è vedere un così forte attaccante come te relegato in un campionato di quarta serie (con tutto il rispetto per la società che rappresenti, il Team Altamura). “Diciamo che qualche richiesta l’ho ricevuta in estate. Ma, per questioni famigliari ho preferito non spostarmi più di tanto, e dopo un inizio a Taranto sono approdato ad Altamura dove mi sono subito sentito in una grande famiglia, e qui davvero sto bene”.

Due stagioni con la maglia del Monopoli tra serie D e C, e nell’estate del 2016 passasti proprio nelle fila del Teramo. Facile intuire dove ti sei sentito maggiormente a casa tua tra queste due piazze E, del come mai sei rimasto così poco tempo in biancoverde? Sì. Due stagioni con la maglia del Gabbiano, condite con una grande salvezza l’anno della C dove realizzai 14 reti molto utili per raggiungere l’obiettivo permanenza. A Monopoli, come ti dicevo in altre occasioni, ho lasciato il cuore e continuo sempre a seguire le loro partite e i loro risultati ogni domenica. A Teramo, purtroppo per vari motivi ambientali, non è scattata la scintilla. Per di più quell’anno ad aggravare la situazione si misero di mezzo terremoto, neve e trombe d’aria”.

Riavvolgiamo per un attimo il nastro – annata irripetibile 2015, conquista della Coppa Italia (con un bel gol in finale), finalissima playoff e promozione con ritorno in serie C. Francesco Passiatore e Max Tangorra: a quali di questi due allenatori ti senti maggiormente legato, o a quale devi di più la tua exploit in riva all’Adriatico?Sì. Un’emozione indescrivibile quella della Coppa Italia che ricorderò per sempre. Ricordo ancora quel momento in cui andammo sotto di un gol, e mi ricordo anche gli occhi dei miei compagni (che dicevano: con tutto questo pubblico non possiamo perderla). Erano più di 1000 i nostri. Ma, ricordo ancor di più la festa al nostro ritorno fuori dallo stadio Veneziani. Bellissimo! Tutti e due i mister mi hanno lasciato qualcosa da mettere nel mio bagagliaio personale, anche se con Passiatore mi sento molto spesso e abbiamo tuttora un ottimo rapporto”.

Dopo le tante reti segnate con la casacca del Monopoli non hai incontrato più quella fortuna che meritavi, eppure sei ancora giovane poco più che trentenne. A cosa devi questa, diciamo, piccola frenata nella tua pur buona carriera da calciatore? Semplice. Non ho mai avuto la stessa fiducia che avevo a Monopoli. Purtroppo giocando poco non riesci sempre a fare quello che vorresti fare. Ma, ovunque abbia giocato ho cercato sempre di dare il massimo e mettermi sempre a disposizione”.

Segui la Serie C, e cosa pensi della stagione del Monopoli e di quella del Teramo, visto che sei un doppio ex e che sabato prossimo i due club si incontreranno in campionato.Diciamo che quando ho un po’ di tempo cerco sempre di aggiornarmi, e sto notando che sia il Teramo che il Monopoli stanno facendo un ottimo campionato. Anzi, il Monopoli secondo me sta facendo un calcio perfetto. Sono organizzati, forti in tutti i reparti. Hanno un allenatore che a mio parere è uno dei più preparati, oltre ad avere una società solida e seria alle spalle”.

Dove, secondo te, queste due contendenti possono arrivare al termine della stagione in corso? Per me centreranno entrambe l’obiettivo playoff”.

Se, un giorno dovesse arrivarti una chiamata dal DS biancoverde Massimo Cerri, conteresti fino a 10 prima di dire si? (io ci spero, ndr).Penso che ci sia davvero poco da pensare…”.

Antonio Croce esulta con Pasquale Esposito
ph: Paolo Formica

Commenti

Ultime News

More in Calcio / Serie C