Resta connesso con noi!

Calcio / Serie C

Le pagelle di Monopoli-Casertana

I giudizi e le considerazioni a bocce ferme dopo la sfida del ‘V. Simone Veneziani’ tra Monopoli e Casertana. Molte sufficienze, qualche voto negativo, in un contesto di partita non certo divertente, anzi scorbutica.

MONOPOLI:

Antonino 6 Inoperoso per tutta la ripresa. Fa l’unica cosa che andava fatta nell’azione del rigore – se fallo c’è non sembra nemmeno così netto.  

Rota 6 Lezioso quanto basta. Obbligato ad impostare più volte l’azione.  

De Franco 6 Anche il capitano ha licenza di portarsi più in avanti palla al piede. Subisce probabilmente un fallo nell’azione che poi porta al fattaccio del 92’.

Maestrelli 6 Sempre sul pezzo, senza giganteggiare, ma senza sbavature (dal 76’ Arena 5.5 Entra con l’intenzione di dare maggior lucidità al reparto. Non utilissimo per lo specifico intento, anche perché non ha ancora il ritmo partita dopo lo stop per infortunio).

Hadziosmanovic 6 Piacevolmente dinamico, seppur ad intermittenza. Una voce fuori dal coro. Andava meglio supportato dai compagni.

Carriero 5.5 Non è facile trovare varchi giocabili in una selva di gambe. Contro un’avversaria del genere non è facile risultare propositivi. A volte impreciso, ma per troppa precipitazione. Non trova quasi mai lo spunto per concludere, lui che ha fama di essere un buon tiratore (dal 76’ Mercadante sv Per lui un ‘ultimo quarto d’ora abbondante di gioco).

Tsonev 5 Latita per tutto il primo tempo. Delega tutti pur di promuovere una qualche azione. Si limita a battere i calci piazzati. Quasi del tutto inefficiente (dal 85’ Nanni sv Ultimi scampoli di partita per il sammarinese).

Piccinni 6 Tanta generosità, come sempre d’altronde.

Donnarumma 5.5 Un’unica (imperdonabile) sbavatura quando sbaglia un appoggio che poi porta all’azione chiave del 92’.

Fella 6 Le prova tutte, senza però castigare Crispino. Anche una sforbiciata che però termina a lato. Evidentemente non era giornata.

Salvemini 6 Tra i più attivi e dinamici. Sostituito, a nostro avviso, un po’ prematuramente (dal 60’ Jefferson ng Non è in condizione, tant’è che si arrende dopo appena un quarto d’ora)(dal 76’ Cuppone sv Risulta essere inutile alla causa, soprattutto perché continuavano a mancare gli spazi e le ripartenze).

Mister Scienza 5.5 Si affida a Jefferson pensandolo del tutto guarito, togliendo prematuramente Salvemini allo scoccare dell’ora di gioco. Non ha il miglior assetto possibile a centrocampo, tant’è che dai piedi di Tsonev si è visto partire solo una punizione sulla barriera e un tiro in area che centra in pieno Jefferson. Il mezzo voto in giù sta per aver insistito sull’evanescente Tsonev, in campo per 87 (lunghissimi) minuti complessivi.

CASERTANA: Crispino 6; Petta 6, Silva 6, Caldore 6; Longo 6 (85’ Rainone sv), D’Angelo 6, Varesanovic 6, Tascone 5.5 (dal 68’ Clemente 6), Adamo 6 (78’ Paparusso sv); Origlia 5.5, Starita 5.5 (78’ Corado 6). Mister Ginestra 6.  

Arbitro Mario Vigile di Cosenza 4.5 Lo stesso del derby col Bari: valuta diversamente una medesima situazione su rigore. Se non fosse che, su Piccinni che poi in un qualche modo concretizzò calciando, non fu penalty. Sostituito solo all’ultimo dopo una scellerata designazione che aveva partorito un diverso direttore di gara proveniente dalle sezione di Lodi (ogni commento sarebbe inutile). Non dimostra, poi, polso fermo quando gli ospiti spezzettano il gioco più che volentieri con sistematiche cadute per le terre. Questo tipo di espedienti non ci sembrano essere regole imparentate col Giuoco del Calcio.

Commenti
Advertisement

Ultime News

Altre in Calcio / Serie C