Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Futsal / Femminile

Mister Lippolis (Città di Mola) sul nuovo dpcm

Tra i vari ambiti sociali, anche le attività agonistiche di molte discipline sportive, stanno pagando a caro prezzo il blocco dei campionati, oltre alle limitazioni annesse. Dallo scoppio e dalla diffusione della pandemia ad oggi, ormai dopo quasi un anno, i vari decreti ministeriali stanno fortemente condizionando negativamente la vita delle società sportive, mettendole seriamente a rischio chiusura.

Abbiamo raccolto le preziose dichiarazioni dell’allenatore dell’Asd Città di Mola calcio a 5 Giuseppe Lippolis:

Alla luce del nuovo dpcm, quali sono le “speranze” per il futuro – stop dei campionati femminili e maschili di calcio a 5?

“Sono sempre stato una persona che si approccia allo sport non solo dal punto di vista tecnico ma soprattutto emotivo. È per questo, quindi, che la mia parte più sentimentale è veramente triste all’idea di dover necessariamente stare lontano dal rettangolo di gioco almeno fino la metà di marzo, stando agli ultimi aggiornamenti. Mi manca il campo come credo a tutti. Vorrei avere la possibilità di lavorare con le mie ragazze ma ancora purtroppo non ci è permesso. Invece la mia parte più razionale quasi se lo sentiva che il ritorno sul parquet sarebbe stato ancora molto lontano, considerando la situazione attuale, il notevole numero di contagiati, una cura che ancora non arriva e un vaccino che non sappiamo neanche se sia o meno efficace. È giusto stare fermi a queste condizioni, in questo momento di grande incertezza.

Quello che però non ritengo giusto è l’illusione che mese dopo mese chi gestisce i campionati genera in noi, quando è palese che soprattutto alla luce di quest’ultimo decreto non ci siano più i tempi materiali per proseguire i campionati soprattutto a livello regionale e provinciale. La salute e il tempo sono dal mio punto di vista i due elementi più importanti della nostra vita, e se per tutelare la prima è necessario fermarsi. Che almeno lo si dica a chiare lettere perché così non si può andare avanti. Bisogna avere rispetto delle società, dei tecnici, degli atleti, di tifosi e sostenitori, perché loro più di ogni altro fanno sacrifici, rinunce e dedicano il proprio tempo affinché tutto l’ecosistema sportivo produca un movimento e la passione che possiamo trovare in ogni in paese e città, a prescindere dalla disciplina praticata. Ora più che mai si faccia chiarezza per il rispetto di tutti, e con l’auspicio di poter riuscire a tornare alla normalità nei tempi più brevi possibili”.

Commenti

Potrebbe interessarti...

Futsal

Il calcettista monopolitano Luca Leggiero (ex Nazionale Maggiore C5, nonché già bandiera della Virtus Monopoli e del Pescara) dice si al Futsal Capurso in...

Futsal / Femminile

Avvicendamento alla conduzione tecnica del sodalizio calcettistico femminile molese. Questa la nota ufficiale della società Città di Mola calcio a 5 Femminile: La società...

Futsal / Femminile

È durata poco più di un giorno la gioia per la seconda vittoria consecutiva in campionato e il balzo in vetta alla classifica di...

Futsal

Arrivano segnali non confortanti dal fronte delle discipline dilettantistiche, legate alle prime squadre, nonché ai campionati giovanili. Anche il Futsal, nelle competizioni entro i...